Data l'attuale tensione politica in Madagascar, rischio di crisi sociale, economico e politico sono suscettibili di peggiorare. su questo, CREM vuole sensibilizzare tutte le persone malgasci sull'importanza dei costi economici di una crisi. ora, Madagascar porta ancora i costi delle varie crisi, in questo caso quello di 2009.

più, Madagascar è classificato tra i paesi a rischio e fragile. CREM attira l'attenzione di tutte le forze vive della nazione insieme per trovare una soluzione pacifica, mentre riflettendo sulle seguenti rischi se la crisi non può essere esclusa:

  • Rischio di insorgenza di 100.000 famiglie povere di nuova ogni anno (reddito pro capite inferiore a $1,90 PPP al giorno) ;
  • sottoccupazione cronica della forza lavoro (stipendio precario) ;
  • Impoverimento del settore informale;
  • una notevole perdita di entrate fiscali a causa della crisi economica;
  • Snellire le operazioni delle istituzioni finanziarie internazionali;
  • Calo degli investimenti esteri diretti;
  • Forte di rischio instabilità macroeconomica: pressione inflazionistica, elevato deficit pubblico a causa del rallentamento della crescita economica reale, deficit commerciale peggioramento;
  • Rischio di debito insostenibile;
  • Inefficienza della spesa pubblica a scapito delle infrastrutture critiche ;
  • forte ribasso;
  • La chiusura dei centri sanitari di base nelle zone rurali;
  • turismo calo entrate;
  • L'aumento del costo della vita;
  • Turbativa delle relazioni commerciali, in qualità di un aumento dei costi commerciali. Ex: sospensione dell'idoneità del Madagascar AGOA.
  • Aumento della corruzione, la corruzione particolarmente silenzioso;
  • crescente insicurezza;
  • La malnutrizione infantile o la mancanza di accesso ad acqua pulita (aumento della mortalità infantile).

Gli effetti della crisi economica in Madagascar sono irreversibili, difficile da superare. Questo porta ad una crisi ciclica. I tassi di povertà rimangono rigide e non accadrà a raggiungere il livello che sarebbe stato senza la crisi.